logo 1mela.it

medico e paziente usano telemedicina
1Mela.it > Salute > Dialisi, approvati i servizi di telemedicina

Dialisi, approvati i servizi di telemedicina

Si chiama Telemechron ed è un progetto di gestione a domicilio di pazienti cronici attraverso servizi di telemedicina. Il suo valore totale è di 2,5 milioni di euro, durerà tre anni ed è stato presentato da tre Aziende ospedaliere del nord Italia.

Curarsi a casa con la tecnologia

A livello internazionale, la Telemedicina è ormai riconosciuta da molti anni. Grazie al suo impatto sulla società e sulla salute, il 4 novembre 2008 la Commissione europea ha emenato una Comunicazione finalizzata a sostenere gli Stati membri nella sua realizzazione. Il titolo del documento è “Telemedicina a beneficio dei pazienti, dei sistemi sanitari e della società“.

Anche sul piano nazionale si contano numerose esperienze, al punto da avere costituito nel 2007 l’Osservatorio nazionale e-Care. Una mappa di reti e-Care con lo scopo di migliorare l’accessibilità ai servizi on-line erogati ai cittadinie e la loro efficacia. A tal proposito è stato approvato dal Ministero della Salute il progetto Telemechron: Telemedicina per la gestione a domicilio di pazienti con comorbidità. Presentato dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, dall’Irccs Maugeri di Lumezzane (Brescia) e dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento, la sua elaborazione è stata possibile anche grazie all’Istituto Superiore di Sanità. Il suo valore complessivo è di 2,5 milioni di euro.

Ognuna delle tre Aziende si occuperà di una tipologia di pazienti. La Usl Toscana, dei pazienti con insufficienza renale cronica, la Maugeri, dei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia e l’Azienda di Trento, dei pazienti con diabete mellito di tipo 2.

Telemedicina, riduzione dei costi per i pazienti e per la sanità

“Le esperienze e i progetti di telemedicina – spiega Stefano Bianchi, responsabile scientifico del progetto, direttore Nefrologia e Dialisi Cecina/Piombino/Elba e segretario della Società Italiana di Nefrologia – stanno aumentando nel nostro Paese. La loro distribuzione è frammentaria, limitata ad aree e durata specifiche. L’obiettivo di Telemechron è quello di consentire un monitoraggio ottimale del paziente a domicilio, allo scopo di prevenire complicazioni e destabilizzazioni. In questo modo è possibile evitare molti accessi alle strutture ambulatoriali specialistiche e ricoveri ospedalieri migliorando la qualità della vita del paziente e riducendo i costi dell’assistenza. Questo approccio presuppone ovviamente il coinvolgimento attivo del paziente, dei suoi familiari e la definizione di modelli di assistenza integrata tra servizi di cure primarie e servizi specialistici e ospedalieri per supportare al meglio i pazienti”.

“Operativamente a partire dai prossimi mesi – dice Roberto Bigazzi, corresponsabile del progetto e direttore del dipartimento delle specialità mediche della Azienda USL Toscana nord ovest – comincerà l’individuazione dei profili più appropriati per rientrare nella sperimentazione. Il progetto si propone di includere due pazienti in emodialisi, tre pazienti in dialisi peritoneale che effettuano la terapia al proprio domicilio e 4 pazienti che presentano una malattia renale cronica evoluta. Potranno contare su sensori che, pur senza essere di ostacolo al normale svolgersi della vita quotidiana dei pazienti, potranno trasmettere dati e indicare l’eventuale necessità di modifiche nella terapia seguita. Sarà così monitorato il livello pressorio, ma anche la saturazione dell’ossigeno e il livello dei liquidi del corpo. Oltre a tutti quei parametri necessari per monitorare in tempo reale il “benessere” dell’individuo e conseguentemente l’evoluzione della malattia e quindi della terapia”.

Cosa è la Telemedicina

Chiamata anche telesanità, teleassistenza o e-cura, la Telemedicina è un nuovo approccio che combina le competenze e le attrezzature mediche con la tecnologia dell’informazione e della comunicazione. Questo per consentire di effettuare esami, monitoraggi e terapie direttamente a casa del paziente. La Telemedicina nasce come risposta ai cambiamenti demografici che vedono un invecchiamento della popolazione e quindi un maggior numero di persone che soffrono di condizioni croniche. La necessità di seguire e curare a lungo termine questa fetta di popolazione ha dato vita alla sperimentazione di questi nuovi metodi di assistenza.

I servizi per i malati cronici

Esistono tanti tipi di Telemedicina. Di seguito alcuni tra i più comuni.

  • Videoconferenza con l’operatore sanitario
  • Registrazione dei sintomi su un dispositivo elettronico al proprio domicilio
  • Educazione e supporto dell’autogestione
  • Informazioni sanitarie online
  • Call center.

Benefici per i pazienti

La Telemedicina è in grado favorire numerosi vantaggi. Il primo fra tutti e il più importante è che iI paziente si cura da casa, mantenendo la propria indipendenza. Ridurre inoltre le visite e le lunghe code in ospedale, gli permette di utilizzare meglio il suo tempo e di risparmiare sui costi di trasporto. La tecnologia utilizzata può essere personalizzata e così chiunque può accedere a questo tipo di cure. Altro vantaggio, questa volta è per il servizio sanitario, che risparmia in costi di assistenza diretta al domicilio, mantenendo solo quelli a distanza. Va ricordato infatti che i pazienti che usano la Telemedicina non sono abbandonati ai macchinari, ma sono comunque seguiti da un operatore sanitario. A volte anche h.24.

Autore /

Siciliana d'origine, sono nata e cresciuta nel capoluogo di provincia più alto d'Italia, Enna. Una laurea in Giornalismo, una specializzazione in riprese e montaggio video e un diploma come Infermiera Volontaria della Croce Rossa Italiana. Dal 2008 sono iscritta all'Ordine dei Giornalisti. Lavoro come giornalista, videomaker, OSSS e mamma. Credo nel lavoro di squadra, nella forza del web, nella determinazione e professionalità. Creativa e avida di conoscenza, coltivo molti interessi. Non sopporto i “furbetti". Adoro confrontarmi con gli altri e mettermi alla prova, sul lavoro e nella vita privata.

Current template: news-single.php