logo 1mela.it

lo chef stellato Heinz Beck inaugurerà lo speciale progetto al Policlinico Gemelli
1Mela.it > Esperienze > Special cook, laboratorio culinario per piccoli pazienti oncologici

Special cook, laboratorio culinario per piccoli pazienti oncologici

Si è tenuta il 25 giugno a Roma l’inaugurazione del progetto “Special cook” destinato ai bambini del Reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. I laboratori di cucina inaugurati dallo chef stellato Heinz Beck, saranno dedicati al giovane chef Alessandro Narducci.

Heinz Beck inaugura Special cook

“Io so’ contento se faccio contenti gli altri, è il segreto del fare bene il nostro mestiere“. Così Alessandro Narducci, chef classe ‘90, descriveva la mission del suo lavoro. E a rendere contenti gli altri lui c’è effettivamente riuscito. Da vivo, attraverso la realizzazione di piatti semplici che facevano sognare, legati alla memoria dei luoghi. Ma anche adesso, dopo la sua morte, avvenuta nel 2018 a seguito di un incidente stradale.

Grazie infatti ad un progetto culinario a lui dedicato, piccoli pazienti oncologici potranno evadere per un po’ dal loro mondo di sofferenze e dedicarsi all’arte culinaria.

Ad inaugurare “Special cook”, questo il nome del progetto, il tre stelle Michelin Heinz Beck. Chef di fama internazionale, proprietario di uno dei ristoranti in cui Narducci aveva lavorato.

Cucinare è una terapia

Uno degli scopi del progetto che vedrà numerosi appuntamenti, è quello di aiutare i bambini ricoverati a ritrovare un buon rapporto con il cibo. Le problematiche alimentari infatti sono uno degli scogli da superare per qualsiasi paziente oncologico. Ancora di più se pediatrico. Causa, le numerose cure e lo stress psico-fisico a cui sono sottoposti.

A tale scopo, tutte le attività proposte, sono state progettate in stretta collaborazione con la U.O.C. di Nutrizione Clinica della Fondazione – diretta dal Prof. A.D. Miggiano – che ha consentito di dare al progetto anche una impronta educativa rispetto al tema dell’alimentazione.

Alla presentazione del progetto, presenti anche Antonella Guido, psicologa psicoterapeuta U.O. Oncologia pediatrica Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli, e Simona Fabrizi, responsabile del progetto ‘Special cook’ Officine Buone onlus.

“Lo stesso reparto del Policlinico Gemelli ha già realizzato in passato laboratori di cucina. Il contributo di Officine Buone, grazie alle donazioni ricevute in memoria di Alessandro Narducci – spiega una nota – permetterà la realizzazione dei laboratori con cadenza mensile, e l’acquisto di una cucina professionale. La stessa rimarrà negli spazi del reparto di Oncologia pediatrica del Gemelli, e sarà utilizzata durante gli eventi in ospedale”.

Il format del progetto

Oltre all’aspetto educativo, Special cook curerà anche la parte ludica. Il format ricorda molto infatti quello di alcuni talent televisivi culinari. I piccoli concorrenti saranno chiamati a realizzare delle ricette e a confrontarsi in una sana competizione.

La presentazione del progetto ha visto anche la partecipazione dei genitori di Narducci. A sorpresa, il padre di Alessandro ha ricevuto la notizia di essere il nuovo rappresentante per il Lazio dell’Associazione familiari e vittime delle strada.